Lettori fissi

giovedì 2 luglio 2015

"Il maggiordomo interiore"

Questa espressione mi ha colpita molto, mi è stata detta dalla dietista proprio ieri che sono andata al centro. La volta scorsa avevamo concordato con la nutrizionista che mi sarebbe stato dato lo schema alimentare ed io ne ero convintissima! Ieri, arrivata li dopo una lunga attesa come sempre, entra anche mia madre con me. Per prima cosa mi ha chiesto come andasse in generale e come mi vedessi, io le ho detto che sono riuscita ad andare a due compleanni e che mi sono gestita abbastanza bene con il cibo, anche se poi mi sono sentita in colpa. Lei è stata molto contenta, mi ha detto che è stata una sfida e che sono stata brava, mi ha fatto tutto un discorso sul fatto che devo cogliere le occasioni.
Poi mi ha pesata, fortunatamente di spalle, così non sapevo il peso ed è stato un bene. Sento sicuramente che il peso stavolta sia più alto, perché innanzitutto l'ultima volta era mattina quando mi ha pesata la nutrizionista, poi perché essendo andata alle feste e avendo mangiato più liberamente anche se solo liquidi e gonfiore sulla bilancia il peso sarà salito, ma io non lo so e va bene così.

Ora torniamo al maggiordomo interiore, vi spiego meglio! Dopo aver parlato ha visto un po' gli scorsi diari alimentari che avevo riempito, e mi ha ribadito come sempre il pane la sera, facendomi il solito discorso che prendiamo il glicogeno da pasta, pane, patate, cereali ecc... e che è indispensabile anche di sera, visto che il corpo lavora e quel pane che non ho mangiato me lo farà scontare dopo. Ad un certo punto, dopo essere uscita dallo studio  e essersi consultata con la nutrizionista rientra e mi dice che più che darmi uno schema dobbiamo lavorare sulla libertà, che io sono già avanti, che ho le basi e avere uno schema sarebbe come mettere un "gesso", in effetti è vero, io le ho le basi perché nella mia restrizione sono stata abbastanza equilibrata... ma al mio corpo non basta, anche se mi ostino a pensare di poter vivere così a volte, so che devo fare pasti più completi, in modo tale da avere le energie giuste e non dover resistere alla fame. Devo ritrovare il maggiordomo interiore, che mi da le giuste porzioni, come prima della malattia, ma sinceramente io non me lo ricordo. Ricordo solo che mangiavo quando mi andava e quello che mi andava, cosa impensabile ora, non so voi ma io il mio maggiordomo l'ho licenziato da un pezzo.
All'inizio non l'ho presa affatto bene, mi sono sentita completamente spaesata, come faccio io che sono influenzata dalla malattia a saper assecondarmi? Come faccio a sapere la giusta porzione? Sì, in teoria so tutto, come immagino anche tutte voi, so tutto di alimentazione ormai, forse per questo che mi sono gestita abbastanza anche nella restrizione. Ma come faccio a metterle in pratica? Pensavo che uno schema stampato nero su bianco mi avesse potuto aiutare, mi si è anche innescato il ragionamento "non sono abbastanza  malata neanche per avere uno schema!" mi sono sentita spaesata, e con mia grande sorpresa poi non sono neanche scoppiata a piangere, a martellarmi il cervello pensando di non essere malata, l'ho sentita anche come una negazione d'aiuto, ma alla fine ho colto il senso di quello che voleva dirmi la dietista.

Ha ragione in fondo, avere uno schema sarebbe limitante, sarebbe sostituire un controllo all'altro e quando non potrei rispettarlo impazzirei, e forse non mi andrebbe neanche bene e mi lamenterei comunque, allora ho deciso di provarci, perché in teoria so tutto quello che dovrei fare, la parte difficile sarà la pratica. Quindi, cerco davvero di andare avanti e fare quello che devo fare, perché non mi sentirò mai dire quello che voglio farmi sentir dire, io intanto ci provo davvero perché così non posso ancora tirare avanti per molto, devo incrementare un po' tutto. Grazie come sempre al supporto indispensabile di Sybil che mi ha anche spiegato com'era il suo piano e mi ha fatto capire gli svantaggi ho una visone diversa, ormai lo dico in ogni post, ma senza di lei non ce la farei! E' impegnatissima ma mi da sempre attenzione, e voglio provarci per lei, perché grazie a lei ho colto l'aspetto positivo di questa mia "libertà"e che mi da una ragione per farcela.

Le paure ci sono, ho paura che tutta questa fiducia che mi danno non me la meriti, perché comunque sono influenzata dalla parte malata! Ho paura anche che con questa libertà io restringa, ma avendo il diario alimentare mi sarà più facile impegnarmi, perché devo essere sincera su ciò che mangio, e una possibilità me la voglio dare, penso che mi aiuteranno se vedono che non ce la faccio, dovrebbe essere scontato ma a volte mi sembra di essere presa un po' alla leggera rispetto ad altre a cui dopo una settimana che sono li danno uno schema, mentre io ci vado dal sei maggio e mi sembra di non aver concretizzato niente se non i progressi che ho fatto in certe situazioni da sola e con l'aiuto di Cecilia. Dovevo dirlo, mi dispiace ma è quello che sento, ma vado avanti, le ragioni per lottare le ho!

Questa è più o meno la situazione, chissà se questo "maggiordomo" sarà affidabile dopo che l'ho licenziato brutalmente. Volevo condividerlo qui! La notte rifletto molto, di notte mi sembra tutto superabile o quasi, mi dico domani mangio completo e salutare, mangio il pane e anche i dolci nelle giuste quantità, seguo il senso di sazietà e do al mio corpo tutto quello che gli serve, e mentre faccio queste riflessioni ci credo, perché sono stremata dopo essere andata a dormire senza essermi saziata completamente e sento i muscoli doloranti, non riesco a dormire. Il mattino poi è più difficile, ma mi sto impegnando, sembrerà una cavolata ma ho fatto merenda con latte e biscotti, anche se erano quelli leggeri e ormai o non sento la fame (o faccio finta di non sentirla?) o ho dei vuoti allucinanti in questi giorni e se non mangio subito e ho tutto pronto rischierei di abbuffarmi! Ma come ho detto passo dopo passo ci provo, sento una grossa responsabilità, davvero grandissima.

Ora vi lascio, vi abbraccio tutte forte! <3 Grazie ad ognuna di voi. mi sento a casa qui. Vi lascio anche una domanda, secondo voi è possibile  ritrovare il nostro maggiordomo interiore?

14 commenti:

  1. Che piacere risentirti :)
    Scusa se non mi sono più fatta sentire ma non ho più whattsapp e non posso scaricarlo perché non si apre l'applicazione che permette di farlo :|

    Sul maggiordomo interiore: la avevo mai sentita come espressione e devo dire che mi piace davvero tanto! Io credo di si, sai? Credo di si ma credo anche che non sia una ricerca facile ma che alla fine si riesca a trovare il " tesoro"
    Hai partecipato a feste e ti sei lasciata almeno un po' andare e questo mi rende davvero felice :D piccoli passi aventi che continui a fare e che non sono poco!
    Ti capisco per il pensiero " non essere abbastanza malata da "...ma stessa tu razionalmente pensando ti rendi conto che se non ti hanno dato un piano é perché credono che con il loro aiuto tu ce la possa fare da sola concedendoti un po' di libertà e sono sicura sarà così con il tempo.
    E il diario penso che possa darti un po' una mano sul versante restrizioni non facendoti andare verso il basso
    Insomma se non si fosse ancora capito sono fiduciosa :D
    Ti mando un bacione ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao tesoro! <3 è bello anche per me tornare a scrivere qui con più frequenza e mi fa davvero piacere sentirti, infatti volevo farmi sentire ma da quello che ho capito non hai più whatsapp ora :/ ma quando lo potrai scaricare di nuovo avvertimi! Scusami tu. davvero... non mi sono fatta sentire perché ero un po' in crisi, e avrei voluto farlo ma ora non posso ^_^" vabbè aspetterò che sia di nuovo disponibile l'applicazione!
      Anche a me è nuova questa del maggiordomo... ma concordo, alla fine è un tesoro da trovare, speriamo davvero che non sia impossibile la ricerca! Grazie per la tua fiducia, mi quasi commuove... perché nella vita di tutti i giorni non si rendono molto conto dei miei passi avanti.
      Come sai ti capisco benissimo per il discorso 'non mi sento abbastanza malata' ma ho capito che non mi sentirò mai dire ciò che vorrei! Perciò ho deciso di provarci, il diario mi aiuta un po' a non andare troppo in basso... sto cercando di essere sincera e vediamo cosa succede la settimana prossima, intanto ti ringrazio davvero tantissimo e ti abbraccio fortissimo!! Ci sentiamo presto e grazie di tutto <3

      Elimina
  2. mmmhhh il maggiordomo interiore...fai una domanda difficile...
    con me si è licenziato da solo perchè non ne poteva più!!!

    per quanto riguarda te...secondo me pretendono troppo da te al centro..è normale che ti senta spaesata!!
    dillo ARRABBIATI.....dì che le altre ragazze hanno il loro schema e che ti è DOVUTO!!
    mamma che nervi!!!
    anche se collabori stanno pretendendo troppo da te..non è giusto!!
    non so se vuoi ma puoi farlo dire anche da tua madre..magari ti rispettano di più..
    uno non ritrova il proprio maggiordomo dal giorno alla notte!!
    perciò si parte da uno schema...
    tu devi imparare ad arrabbiarti di più..
    sei troppo remissiva....e se ne approfittano..!!
    anche nella vita di tutti i giorni...
    non ce l'ho con te ci mancherebbe ce l'ho con quelli del centro..!!
    SBRANALI!!!
    prova ad arrabbiarti di più..secondo me se fai uscire la 'belva'..sfogherai meno su di te...hai diritto al tuo schema!!
    parlane con tua madre visto che è entrata anche lei stavolta...
    scusa se sono così 'fumantina'...ma partecipo!!
    hai bisogno di avere il loro appoggio..non perchè io non abbia fiducia nelle tue capacità...ma secondo me azzardano troppo...
    questo mi sento di dirti..
    se tu vuoi provare da sola..fallo..ma non pretendere troppo da te..mi raccomando..

    ti stringo forte forte

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah eh già, penso proprio che il maggiordomo alla fine non ce la faccia più... E come hai detto tu non si ritrova dal giorno alla notte!
      Non ti nego che appena ho letto il tuo commento hai espresso un po' quello che ho pensato anch'io, ero davvero arrabbiata e a tratti lo sono tutt'ora, ma ci sto lavorando... Perché ho capito che non mi diranno mai quello che voglio sentirmi dire io! Ormai l'ho capito, non me lo diranno mai... Quando ho letto il tuo commento ieri mi sono ritrovata tantissimo nelle tue parole, l'ho sentito come una negazione di un diritto, come una responsabilità al di fuori della mia portata...! Come per dire, 'gestisciti tu!' e ho avuto l'impressione di non essere abbastanza considerata, giuro che mi sono innervosita a sentire quelle cose, e a vedere che alle altre davano subito lo schema... ho pensato di non essere abbastanza malata ecc... mia madre mi ha capita subito, e infatti ha detto alla dietista che mi sarebbe stato utile, che io come dici tu sono un po' remissiva, che sembra che li va tutto bene ma torno a casa arrabbiata, ma lei ha continuato sulla sua linea, io ci provo perché tanto non me lo sentirò mai dire, non mi prenderanno mai sul serio come voglio, hanno fiducia col fatto che ho le basi... ma anche io sento che pretendono molto, io ci provo, poi lo vedranno da soli se non ci riesco! Io faccio quel che posso... e se vedo che la situazione peggiora allora mi arrabbio sul serio, perché mi sento spaesata in certi momenti, in altri riprendo la lucidità... sono un po' confusa ecco!
      Ti abbraccio fortissimo <3 GRAZIE!

      Elimina
  3. Secondo me hai scritto un post molto maturo... non sono d'accordo con Se Fossi Foco (non me ne volere!): non sei stata remissiva, ma saggia.
    "Non mi sentirò mai dire quello che voglio farmi sentir dire"; hai assoluta ragione. Come hai ragione nell'aver guardato con la giusta prospettiva la fiducia che hanno riposto in te, non dandoti uno schema preciso. Alla fine della fiera, sei tu che devi ribaltare la situazione... e sì, è una grossa responsabilità, ma diventare responsabili di noi stessi è la strada verso la vita adulta... e anche verso la guarigione. Quindi prova, e quando sentirai di non farcela chiedi aiuto senza indugio. Ma prima prova, metti alla prova sin dove riesci a spingerti da sola. :) Sei una ragazza molto forte... non invidiare la debolezza. Non cedere alla tentazione di volerti sentire messa nella bambagia e un po' compatita. Tu devi arrivare alla salute e alla felicità... e sei più vicina di altre ragazze a quell'obiettivo. Per merito soprattutto tuo. E' una grandissima cosa.

    PS: io amo il cibo, le cose buone e sane, i muscoli (anche se non sono molto muscolosa :P) e soprattutto odio sentirmi stanca e letargica... la mia alimentazione viene di conseguenza. Se ripenso a come mangiavo (e a come stavo!) qualche anno fa mi si ribalta lo stomaco! Quindi secondo me non solo puoi trovare un maggiordomo... ma puoi addirittura trovarne uno più bravo ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo è il più bel commento che tu mi abbia mai lasciato, GRAZIE <3
      Non sai quanto sono contenta di sentirmi dire queste cose, sei sempre molto saggia... sono fiera che tu pensi questo di me, io in fondo sono così, solo che la malattia a volte mi vuole far sentir dire cose che non mi diranno mai... magari ci ho messo anche un po' a capirlo, ma davvero ora sono convinta che non me lo diranno MAI! E' per questo che voglio provarci, essere responsabile fa parte del mio carattere, e questo mi può aiutare a esserlo anche col cibo, non ti nego che mi sento un po' confusa, non sempre riesco a spingermi fuori dalla 'zona di sicurezza' ma ci sto provando, e vediamo la prossima volta che ne pensano, se avrò fatto miglioramenti...
      E' bellissimo sentirti dire che è merito soprattutto mio, perché voglio ripetermelo anch'io, perché è così in fondo, i passi che ho fatto avanti li ho dovuti fare da sola!
      Mi hai dato speranza, perché anch'io stavo cercando di vederla proprio così... è un'occasione, faccio quel che posso!
      Che bella la frase alla fine... Sai che hai completamente ragione? Magari questa esperienza se può avere un risvolto positivo è proprio questo, ho una consapevolezza del cibo completamente diversa, e quando ne esci la vittoria più bella è proprio trovare un maggiordomo addirittura migliore e perfetto per te... Anch'io odio sentirmi stanca, ci ho fatto l'abitudine ormai, ma sai, anche a me piacerebbe avere un'alimentazione sana e equilibrata ma senza escludere nulla, che mi dia energie! Anche a me piacerebbe tantissimo un fisico tonico, soprattutto le gambe ma senza essere troppo muscolose, e magari anche una pancia tonica ;) credo che dopo aver trovato l'equilibrio ( spero di trovarlo) quando mi guarderò indietro si ribalterà lo stomaco anche a me ahahah :D
      Grazie ancora di cuore, non immagini quanto l'ho apprezzato davvero!
      <3

      Elimina
  4. Kiki!
    Mi avevi accennato tutto per messaggio, ma adesso leggendo ho molto più chiaro!

    Penso che al centro siano stati bravi e capaci, perlomeno fino ad ora.
    Hanno compreso la tua VOGLIA DI GUARIRE e probabilmente è proprio questo il motivo per cui ripongono fiducia in te.
    Il fatto che tu sia sempre stata un minimo equilibrata è un segnale in più della tua forza e della possibilità di non dover ricorrere ad uno schema alimentare.
    Questo vuol dire che sei ad uno stadio migliore con la malattia, non hai raggiunto l'abisso, ma sei pur sempre malata, hai il diritto di curarti. Però la cura può (anzi, deve) essere diversa. Un medicinale più leggero, ma pur sempre una "medicina".

    Tu provaci, tenta. Se non ce la fai non sarai debole, sarai solo in un momento più fragile, bisognosa di un sostegno più elevato.
    Ma adesso... prova senza uno schema!
    In fondo quest'ultimo non è altro che un misero foglietto scritto al computer...
    I primi tempi non riuscivo a dare retta nemmeno alla dieta... ed ero una che mangiava tante verdure e pochissimo di altro...

    Riguardo alla tua domanda non so' se sia possibile ritrovarlo davvero. Dipende dalle persone, dalle condizioni in cui sono, dal carattere, da molti fattori.
    Ho come l'idea che il mio maggiordomo precedente si sia suicidato.
    Impossibile da ritrovare... però mi rimane la possibilità di costruirne uno nuovo! ;)

    Un abbraccio fortissimo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ilaria <3 come sempre dolcissima e incoraggiante, GRAZIE! SE non ci foste voi che avete fiducia in me probabilmente non ci proverei neanche e non avrei neanche cambiato prospettiva!
      Non ti nego che sono ancora confusa, non so bene fin dove posso arrivare, perché come hai detto perfettamente tu, per fortuna non ho perso completamente quel poco di equilibrio che ho, ma sono pur sempre malata, anzi sto soffrendo davvero tanto, perché il mio abisso sento sia già questo e mi basta...! Intanto però la prendo come una cosa positiva, anche se a volte mi dico che o tocco ancora più il fondo o guarisco, mi sento un po' una 'via di mezzo' a volte! Ma ho capito che davvero non me lo sentirò dire mai quello che vorrei, che già soffro troppo così e che il mio abisso personale l'ho toccato, quindi se hanno fiducia in me mi fa piacere, e hai ragione è solo un foglietto stampato al computer, eppure aveva una certa importanza per me, a volte mi suona anche contraddittorio, perché in fondo so che neanche io i primi tempi l'avrei seguita probabilmente, che avrei fatto difficoltà, ma è come se io fossi andata li soprattutto per quello, perché non mi fido di me stessa ed è come se avessi avuto meno responsabilità, è come se se fossi lievitata troppo avrei potuto 'scaricare la colpa' su qualcun altro, perché non mi avevano dato lo schema adatto... E' un ragionamento malato e forse senza logica, ma purtroppo l'ho pensato!
      Intanto io ci provo... vediamo un po' come va, ancora ho paura di uscire dalla zona sicura, ma ci sto provando!

      Hai ragione per il maggiordomo... dipende da moltissimi fattori! A volte sento proprio che anche il mio si sia suicidato, che sia impossibile da ritrovare, ma la cosa che ci vede dare speranza è proprio questa, la possibilità di ritrovarne uno migliore, adatto a noi, completamente nuovo e diverso da prima ma forse anche migliore, un po' come dice Curvula, sicuramente è molto impegnativo, ma se ci si riesce sarebbe la vittoria più grande ;)

      Ti abbraccio fortissimo anch'io, grazie, grazie mille <3

      Elimina
  5. E' la prima volta che sento questa cosa del maggiordomo interiore, ma vedrai che come dici tu la dottoressa ha ragione, e vedrai anche i risultati perchè tu sei già brava, sei già capace di analizzarti e di regolarti :) devi solo trovare il coraggio di tornare ad essere te stessa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È nuova anche a me questa cosa!! Ma in fondo penso anch'io che abbia ragione... Per fortuna non ho perso completamente il 'senno' ma a volte ho davvero paura :( magari ci metto tutto l'impegno possibile e mi faccio mille propositi ma non sempre ho la forza di seguirli davvero! Spero solo che mi aiuti la mia capacità di regolarmi e la settimana prossima vediamo come va... Intanto cercherò di spingermi oltre!
      'Devi solo trovare il coraggio di tornare ad essere te stessa!' Hai proprio ragione... GRAZIE!! ❤️

      Elimina
  6. Eccomi <3 tu non sai quanto sei stata indispensabile per me! Poi su whatsapp ti dico una cosa che mi è venuta in mente ora.. volevo dirti che questa libertà è sì una grande responsabilità ma anche un'opportunità. Probabilmente vivresti lo schema come un "vogliono farmi ingrassare", e non lo seguiresti comunque oppure ne saresti delusa.
    Devi cambiare tu, dentro, e di conseguenza cambierà un po' il tuo rapporto più che con il cibo, con le quantità, perché mangi veramente veramente poco, e, anche se lo sai, non riesci ad accettarlo.

    ti voglio bene, ce la facciamo insieme. grazie <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ... <3 <3 <3!
      Io bho... non so come farei senza di te! Te lo dico sempre ma te lo ridico anche qui!! Sei fondamentale.
      Ho letto e ti ho detto tutto su whatsapp! Tu non sai quanto mi manchi ogni volta, senza di te io non ce la faccio...
      E come sempre hai ragione su tutto, e se non ci fossi a dirmi tu queste cose e a farmi razionalizzare io penso che mollerei al primo ostacolo... E invece! Invece penso a te che mi dai la forza!
      "Devi cambiare tu, dentro"... la verità scioccante in questa frase! Perché sono io l'ostacolo! Sono io che ho compromesso il mio rapporto col cibo proprio per il rapporto con me stessa!
      Mi sto impegnando, davvero <3 grazie a te me ne rendo conto, e non ti nego che senza la tua rassicurazione sarei restata nelle mie idee malate!
      Ti voglio un bene immenso, e si insieme ce la facciamo, te lo giuro! <3
      Grazie a te <3 GRAZIE.

      Elimina